mercoledì 30 settembre 2009

COS'E' L'IPNOSI?



L’Ipnosi 

L'Ipnosi si può definire come “un particolare e alterato stato di coscienza attraverso il quale l’ipnotista può comunicare direttamente col sub-conscio di una persona, evitando il filtro della mente conscia, al fine di trasmettere una suggestione”.

Analizzando…

Particolare stato di coscienza, in quanto in stato ipnotico non si dorme, non si sogna, ma si è in un particolare stato alterato di coscienza, concetto non univoco ma soggettivo e differente per ogni individuo. 

Il soggetto ipnotizzato sente l’ipnotista e sente anche altre cose, pensa, elabora: se uscito dall’ipnosi non ricorda, allora siamo in presenza di un’amnesia post-ipnotica.

Attraverso l’ipnosi l’operatore comunica direttamente al sub-conscio. La mente conscia agisce da filtro per tutti i nostri pensieri e tutte le nostre attività, pertanto per cambiare un pensiero, un comportamento, una modalità, bisogna poter aggirare il filtro della mente conscia al fine di trasmettere il nuovo comportamento, la nuova modalità, affinché la mente, in presenza di più scelte, di più possibilità, possa scegliere in completa autonomia la migliore, la più pratica, la più “ecologica”.


Trasmettere una suggestione non significa cambiare l’essenza di una persona, trasformarla in un’altra, agire negativamente sulla sua salute mentale, ma significa comunicare, trasmettere, suggerire delle modalità alternative a quelle utilizzate che la mente sceglierà in completa autonomia se utilizzare o meno.

Con l’ipnosi nessuno può manipolare nessuno.
Attraverso l’ipnosi si possono rimuovere i blocchi mentali che creano problematiche psichiche come l’ansia, le fobie, gli attacchi di panico, le problematiche relazionali ecc.

Attraverso l’ipnosi si possono risolvere i conflitti psico-energetico-biologici e ripristinare la capacità di auto-guarigione dell’uomo.

Attraverso l’ipnosi si possono favorevolmente indurre cambiamenti positivi dal punto di vista psichico, bio-energetico e somatico.

L’ipnosi non è assolutamente pericolosa ma al limite, se fatta male, del tutto ininfluente.


L’auto-Ipnosi

Una persona tende ad entrare autonomamente in stato ipnotico all’incirca ogni 90 minuti.

Lo stato di auto-ipnosi appare evidente in alcune persone quando sembrano imbambolate con lo sguardo perso su un punto indefinito.

L’ipnosi è una capacità intrinseca nell’uomo, pertanto una persona può tranquillamente entrare in auto-ipnosi ogni volta che lo desidera.

Chiaramente, quando una persona si trova in stato auto-ipnotico non può comunicarsi le suggestioni a livello cosciente, pertanto dovrà operare facendo precedere allo stato ipnotico delle suggestioni pre-ipnotiche, utilizzando per la comunicazione esclusivamente una simbologia.

Normalmente, l’auto-ipnosi richiede un numero maggiore di sedute rispetto all’ipnosi indotta dall’ipnotista per raggiungere il medesimo risultato.

Credimi, smetti di tremare la prossima volta che qualcuno ti dice “A me gli occhi!” ma rilassati e goditi un ‘esperienza davvero meravigliosa.

Nessun commento:

Posta un commento