domenica 8 novembre 2009

I MERIDIANI ENERGETICI


I meridiani energetici possono essere considerati dei veri e propri “canali”, attraverso i quali l’energia vitale si trasferisce direttamente ai vari organi ed alle varie parti del corpo. 

Il loro blocco è legato ad uno specifico conflitto psico-energetico-biologico.

Il dolore o il fastidio che colpisce alcune parti del corpo è spesso dovuto ad una disfunzione lungo il percorso di un meridiano. 

Realizzare che quello specifico dolore o fastidio è localizzato lungo un determinato meridiano, pertanto, risulta di vitale importanza. 

È come accorgersi di una “spia” accesa sul cruscotto della propria automobile: nessuno si sognerebbe di pensare di risolvere il problema segnalato dall’accensione della spia dell’olio coprendola con del nastro adesivo nero. 

Analogamente noi, in presenza di un sintomo, piuttosto che operare trattamenti che intervengano esclusivamente su di esso, o in modo da far cessare il dolore o fastidio attraverso medicinali analgesici, dobbiamo imparare a comprendere meglio la problematica che è in atto, ciò che si nasconde dietro a quel blocco energetico, e prevenire così problemi più gravi.

I sintomi sono nostri amici ed alleati, pertanto così vanno considerati.

I meridiani sono 14 e risultano associati a coppie:

- vaso governatore - vaso concezione;
- polmoni - intestino crasso;
- stomaco - milza;
- maestro del cuore - settuplo riscaldatore;
- cuore - intestino tenue;
- vescica - reni;
- cistifellea - fegato.

2 commenti:

  1. Sul web si trova di tutto e di più.
    E' possibile avere informazioni in più su come la psicoenergosomatica considera i meridiani energetici?
    Grazie.

    Nicoletta

    RispondiElimina
  2. Ciao Nicoletta.
    La risposta alla tua domanda è: "Sì, si può!" :-)

    Devi solo avere un pochino di pazienza perché sto preparando un ciclo di articoli proprio su come i meridiani energetici vengono considerati nella Psico-Energo-Somatica.

    RispondiElimina