sabato 26 novembre 2011

L’ENNEAGRAMMA – L’Enneatipo 1



Il Giudice – Il Perfezionista – Il Riformatore

L’Enneatipo 1 è un soggetto saldo, sicuro di sé, onesto e sincero.

La sua caratteristica peculiare è quella di essere critico sempre e comunque verso sé stesso e verso gli altri, puntiglioso ed insofferente verso ogni tipo di imperfezione.

Il suo sogno è quello di un mondo pieno di onestà, verità, giustizia, moralità e, a volte, perfezione, al quale vuole assolutamente contribuire cominciando da sé stesso. La sua visione in tal senso è quasi sempre chiara al punto da indicare continuamente agli altri la strada che dovrebbero intraprendere, soffrendo in conseguenza al non adeguamento dell’altrui condotta.

L’Enneatipo 1 tende a pensare di essere sempre dalla parte della ragione cercando di convincere il prossimo delle sue stesse convinzioni.


In ogni situazione valuta sempre ciò che c’è di giusto o ciò che vi è di sbagliato, soppesando e giudicando ogni aspetto.

E’ sempre intento a fare confronti di ogni tipo, valuta, giudica, critica, è eccessivamente pignolo.
Mentre è intento a giudicare il prossimo si prodiga per essere, secondo il suo stesso metro di giudizio, al di sopra della critica degli altri, cosa che lo preoccupa fino, talvolta, all’esasperazione.

L’Enneatipo 1 ama la perfezione in ogni cosa che lo circonda, pertanto ama l’ordine, la pulizia, la puntualità, la chiarezza e detesta l’ambiguità, l’omissione e l’approssimazione.

E’ un gran lavoratore e la sua ossessione è quella di fare molto e farlo bene: spesso se ritiene di non poter fare qualcosa alla perfezione (per motivi non dipendenti da lui) si rifiuta di farla.

Ha un forte ed indiscutibile senso del dovere: il piacere può attendere!

E’ un soggetto che tende ad adirarsi di fronte alle cosa sbagliate, ma non ammette e non mostra mai la sua collera perché il suo giudice interiore gliela fa apparire come una imperfezione, pertanto non sfoga la rabbia ma la riversa dentro sé stesso.

Ama le persone forti e decise che apprezzano il suo consiglio ed il suo lavoro mostrandosi, al contempo, competenti.

Quando è sotto stress l’Enneatipo 1 diventa intollerante, reattivo compulsivo, vendicativo punitivo.

Quando è integrato ed evoluto diventa estremamente ragionevole, saggio, preparato, sagace, prendendo talvolta l’aspetto e la natura dell’eroe onesto e giusto.

La sua modalità comunicativa è di tipo accusatorio, indicatorio ad asta e nel suo linguaggio utilizza spesso verbalizzazioni del tipo “bisogna”, “si deve”.

La modalità comunicativa che lo stimola è quella tipica delle persone forti e competenti, ovvero quella indicatoria e logica, prediligendo i dati precisi e i dettagli. Solo da queste persone accetta, anche se a fatica, la critica, purché gli appaia costruttiva.

1 commento:

  1. forse un pò con manie d'onnipotenza...?
    se la risposta è affermativa ne conosco uno molto vicino a me...mio marito!
    cari saluti, lucia

    RispondiElimina