sabato 4 febbraio 2012

MERIDIANI ENERGETICI - Disfunzione



I meridiani energetici possono essere considerati dei veri e propri canali attraverso i quali l’energia vitale si muove per compiere specifiche funzioni di nutrimento dei vari organi correlati. 

La condizione essenziale per un ottimale situazione è infatti quella del continuo movimento dell’energia vitale lungo tutto il corpo fisico ed energetico.

La disfunzione dei meridiani energetici è conseguenza diretta di specifici conflitti psico-energetico-biologici e può presentarsi come cambiamento quantitativo o qualitativo.

Il cambiamento quantitativo può essere di due tipi:

  1. svuotamento energetico: in questo caso la disfunzione non si presenta come un problema localizzato, ma come ipofunzionalità, lassità nella contrazione e lentezza nel movimento con malattie correlate (ad es. flaccidità, prolasso, ipotensione, cancro);
  2. eccesso energetico: in tale caso si avrà una iperattività funzionale e malattie correlate (ad es. glaucoma, tumore).